Circa 2000 avvocati si sono iscritti al seminario si terrà il 17 luglio prossimo presso il complesso monumentale Santo Spirito in Sassia, a Roma, in cui si discuterà della riforma della giustizia e delle modifiche al codice di procedura civile. Il presidente del consiglio nazionale forense annunciando l'iniziativa e gli altri appuntamenti in calendario per questa settimana ha dichiarato: ''il Cnf ha promosso tre eventi legati da un filo rosso: discutere come l'avvocatura possa cooperare al funzionamento della macchina processuale, all'interno e fuori dal processo, nella sua veste istituzionale. A questo impegno dell'Avvocatura dovrebbe corrispondere una particolare attenzione ai suoi problemi, scevra da pregiudizi e luoghi comuni, per la riforma della disciplina della professione forense''. Il seminario è stato organizzato a seguito della entrata in vigore della legge 69/2009 (Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitivita' nonche' in materia di processo civile) e si propone di analizzare le novità introdotte dal capo IV della legge e in particolare l'introduzione della mediazione civile, il filtro in Cassazione, la testimonianza scritta, il rito sommario di cognizione.
Il 18 luglio, poi, presso la sede di via del Governo Vecchio è previsto un incontro con i presidenti dei Consigli dell'Ordine Forense per discutere delle novità introdotte in materia di conciliazione. Si discuterà in particolare della possibilità offerta dalla legge 69 di istituire Camere di Conciliazione presso i Tribunali a cura degli stessi consigli dell'ordine. Un altro seminario si terrà domani 16 luglio presso la sede di via del Governo Vecchio e sarà dedicato al tema dei consigli giudiziari.
Condividi
Feedback

(15/07/2009 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Coronavirus, udienze da remoto: le linee guida del Csm
» Bonus 600 euro anche ad avvocati e ordinisti: firmato decreto