Sei in: Home » Articoli

Dichiarazioni rese da potenziali imputati: utilizzabilità

Condividi
Seguici

La Prima Sezione Penale della Corte di Cassazione (Sent. 30190/02), intervenuta nell’ambito di un procedimento definito con il rito abbreviato, ha affermato che “sono legittimamente utilizzabili nei confronti dell'imputato le dichiarazioni accusatorie rese da persona che, pur potendo assumere la veste di imputato di reato connesso o probatoriamente collegato, non sia stato mai fatto oggetto di indagini in ordine ad esso per essere deceduto prima”.
(14/02/2003 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» La madre risarcisce il figlio per avergli impedito di vedere il padre
» Codice della strada: arriva la riforma
» Legittima difesa in vigore: ecco come cambia il codice penale
» Appalto: le cause di estinzione
» La pensione minima

Newsletter f t in Rss