Sei in: Home » Articoli
 » Previdenza

La pensione di reversibilità spetta al coniuge anche se il matrimonio avviene in tarda età

Condividi
Seguici

Con sentenza n.447 del 19.12.2001 la Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 21, terzo comma, della legge 23 novembre 1971, n. 1100 (Istituzione di un Ente di previdenza ed assistenza a favore dei consulenti del lavoro), nella parte in cui dispone che la pensione di reversibilità non spetta nel caso in cui il matrimonio sia avvenuto posteriormente alla data di inizio del pensionamento per vecchiaia dell’iscritto in quanto norma discriminatoria e, pertanto, lesiva dell’art. 3 della Costituzione.
Trova il provvedimento su CONSULTA ONLINE
(10/01/2002 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Cassazione: la moglie che si licenzia non va mantenuta
» Via il tenore di vita anche per la separazione

Newsletter f t in Rss