Sei in: Home » Articoli

Banche: codacons annuncia iniziativa legale per il rimborso delle commissioni di massimo scoperto

In un comunicato stampa il Codacons annuncia una nuova iniziativa legale nei confronti degli istituti di credito. Secondo l'associazione dei consumatori molti istituti avrebbero incassato in modo illegittimo la commissione di massimo scoperto sui fidi concessi. La commissione di massimo scoperto non Ŕ altro che una remunerazione accordata alla banca per la messa a disposizione di fondi e viene calcolata con a un percentuale sulla massima esposizione che vi Ŕ stata sul conto corrente in un determinato periodo di riferimento. Questa percentuale va a sommarsi agli intressi convenzionali. Il problema nasce dal fatto che spesso nei contratti bancari viene solo indicato il tasso della commissione di massimo scoperto ma non le modalitÓ di calcolo della stessa.
Secondo il Codacons, "per anni le banche hanno addebitato troppo spesso in modo illegittimo la commissione di massimo scoperto sui fidi concessi. L'addebito Ŕ avvenuto in aggravio agli interessi sulle somme utilizzate, invece che sulle somme non utilizzate, incassando a danno dei correntisti introiti ingiusti pari mediamente al 4-5% annuo sui fidi concessi". Di qui la necessitÓ di richiederne il rimborso. L'azione sarÓ promossa unitamente associazione COMITAS (Coordinamento Micro-Piccole-Medie Imprese per la Tutela e l'Assistenza) solo in quei casi in cui risulta che la banca ha calcolato la commissione in maniera non corretta.
(02/02/2009 - Roberto Cataldi)
Le pi¨ lette:
» Il reato di ricettazione
» Opposizione a decreto ingiuntivo: inammissibile per nullitÓ della notifica via pec
» Il permesso di soggiorno
» Avvocati: prestazione sospesa se il cliente non paga
» Addio assegno di divorzio per l'ex autosufficiente anche se il marito Ŕ miliardario
In evidenza oggi
Condominio: l'acqua non si stacca ai morosiCondominio: l'acqua non si stacca ai morosi
Accedere all'email altrui Ŕ reato anche se si conosce la passwordAccedere all'email altrui Ŕ reato anche se si conosce la password

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF