Sei in: Home » Articoli

Giustizia: Ami, anche il diritto di famiglia Ŕ in emergenza

L'emergenza giustizia si fa sentire anche all'interno di settori specifici come quello del diritto di famiglia. Giudizi lumaca, confusione delle prassi del divorzio, discriminazioni sono le note dolenti che evidenzia l'Associazione matrimonialisti italiani riunita in questi giorni in un convengo a Roma. Ci˛ di cui si vuole discutere sono i problemi in cui versa il settore e a necessitÓ di istituire un tribunale specifico che si occupi del diritto di famiglia. Il presidente dell'Ami, Gian Ettore Gassani, ha detto in proposito: ''Non e' piu' possibile avere tre giudici e prassi diverse a seconda del Tribunale italiano dove sono in corso queste cause [...] cio' mette in difficolta' gli avvocati, quindi i cittadini''. I matrimonialisti si sono dichiarati favorevoli alla proposta del Governo di istituire un Tribunale della famiglia che abbia l'obiettivo di ''abbattere la discriminazione immorale e incostituzionale tra figli legittimi e naturali''. Posizioni pi¨ scritiche sono state prese sulla proposta di eliminare il giudice minorile in sede penale per la specificitÓ del settore.
Al dibattito sono intervenuti anche il presidente del Consiglio nazionale forense, Guido Alpa, il presidente dell'ordine degli avvocati di Roma, Alessandro Cassiani e il presidente dell'Anm, Luca Palamara, tutti concordi sulla necessitÓ di rimettere ordine sulla materia.
(29/01/2009 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Multe fino a 425 euro per chi getta rifiuti dal finestrino
» Basta impedire al padre di vedere il figlio per due giorni per commettere reato
» La chiusura delle indagini preliminari
» WhatsApp, cambiamenti e novitÓ in arrivo
» Processo civile: le decisioni "a sorpresa" del giudice

'codice widgetpack temporaneamente spostato nella raccolta codici
Newsletter f g+ t in Rss