Roma (Adnkronos) - ''La richiesta di risarcimento del danno per violazione della privacy deve essere presentata dall'interessato direttamente all'autorita' giudiziaria''. Lo precisa l'Autorita' garante per la protezione dei dati personali, dichiarando inammissibile la pretesa di un ricorrente che chiedeva la trasmissione di copia degli atti all'autorita' giudiziaria all'esito dell'accertamento contestando una violazione della privacy su internet.
Condividi
Feedback

(03/02/2003 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Bonus 600 euro anche ad avvocati e ordinisti: firmato decreto
» Il reato di maltrattamenti in famiglia nella giurisprudenza