Sei in: Home » Articoli
 » scuola

Maggiori tutele per i consumatori e per i clienti di studi professionali

Al termine di una lunga e complessa controversia tra lo Stato Italiano e la Commissione UE si è giunti con ben tre leggi (52/96, 281/98, Comunitaria 2002) al recepimento della direttiva 93/13 e alla modifica dell'articolo 1469-sexies del Codice civile, che rafforza i poteri di controllo delle associazioni dei consumatori e delle Camere di Commercio. DÂ’ora in avanti dette associazioni potranno impugnare (prima che vengano utilizzati) gli schemi dei contratti che contengono clausole vessatorie e che possono generare squilibri ai danni del consumatore. La questione riguarda anche le attività professionali, in quanto anche gli Ordini potrebbero suggerire schemi di contratti sottoposti al controllo da parte delle associazioni dei consumatori e delle Camere di commercio.
Si potrà così evitare ogni squilibrio anche nei rapporti tra professionisti e clienti.
(30/01/2003 - Roberto Cataldi)

In evidenza oggi:
» Avvocati e privacy: basta una sola informativa
» Le norme anti-divano del reddito di cittadinanza
» La guida in stato di ebbrezza
» Cellulari: lo Stato deve informare sui rischi per la salute
» Esami avvocato, praticante ricorre e gli abbassano il voto, il Cds conferma
Newsletter f g+ t in Rss