Sei in: Home » Articoli

Immigrazione: Inca-Cgil impugna decreto flussi 2008. E' discriminatorio

Il patronato Inca-Cgil ha impugnato il decreto flussi 2008 per chiederne l'annullamento parziale. Del ricorso si occuperà il Tar del lazio e la discussione è già fissata per il 14 gennaio prossimo. La decisione del patronato di impugnare il decreto è nata per il fatto che il provedimento nel prevedere le nuove quote di ingresso per i lavoratori stranieri sulla base dei flussi determinati per lo scorso anno, ha "rimodellato , rispetto a quanto previsto per il 2007, i requisiti soggettivi che gli aspiranti datori di lavoro debbono possedere per il buon esito della procedura". In sostanza i datori di lavoro extracomunitari che non sono titolari della carta di soggiorno, non potranno partecipare alla distribuzione delle nuove quote.
Ma non basta, per i soli datori di lavoro stranieri che intendono assumere, è stata prevista una procedura di conferma, che scade il 3 gennaio 2009. Secondo la Cgil si tratta di norme "punitive e contrarie alle leggi" norme che, spiega l'Inca "mortificano il dinamismo degli immigrati stranieri, in prima linea nel creare posti di lavoro".
(26/12/2008 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» In vigore il reddito di inclusione: fino a 485 euro al mese
» Addio definitivo alla Siae
» Giardini e terrazzi privati: al via il bonus verde del 36%
» Come funziona la rottamazione "bis" delle cartelle
» Responsabilità medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitaria
In evidenza oggi
Assicurazione avvocati: i vantaggi della polizza CNF e come aderireAssicurazione avvocati: i vantaggi della polizza CNF e come aderire
Mammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticketMammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticket
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF