Sei in: Home » Articoli

Palazzo Chigi: al via la Carta acquisti per anziani e famiglie con figli minori di 3 anni

A Palazzo Chigi è stata presentata la "Carta acquisti" o "Social card" che spetta ai cittadini al di sopra dei 65 anni e alle famiglie con figli di età inferiore ai 3 anni, con un reddito annuale fino a 6 milioni di euro che sale sino a 8 milioni di reddito per gli ultrasettantenni.
La Carta, prevista dalla manovra finanziaria, è stata introdotta per sostenere le famiglie e le persone anziane nella spesa alimentare e per le spese domestiche di luce e gas e si presenta come una normale carta di pagamento elettronico, che potrà essere utilizzata per effettuare acquisti in tutti i negozi abilitati. In buona sostanza, le spese effettuate (massimo 40 euro al mese) verranno addebitate non al titolare della Carta, bensì direttamente allo Stato. Tramite la Carta, inoltre, si potrà accedere direttamente alla tariffa elettrica agevolata.
Per le domande inoltrate prima del 31 dicembre, la Carta sarà inizialmente caricata con 120 euro (relativi ai mesi di ottobre, novembre e dicembre) mentre, successivamente nel corso del 2009, la Carta sarà caricata ogni 2 mesi con 80 euro, sulla base degli stanziamenti disponibili. A tutti i possibili beneficiari sarà inviata una lettera con la spiegazione su come ottenere la Carta. Per ulteriori informazioni si può contattare il numero verde 800.666.888.
(06/12/2008 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Il mobbing - guida con raccolta di articoli e sentenze
» Curriculum vitae europeo: guida, fac-simile e consigli pratici
» Equitalia: nulle le cartelle esattoriali a mezzo pec col pdf
» Il permesso di soggiorno
» Avvocati: acquisto strumenti informatici al 50%
In evidenza oggi
Avvocati: prestazione sospesa se il cliente non pagaAvvocati: prestazione sospesa se il cliente non paga
Addio assegno di divorzio per l'ex autosufficiente anche se il marito è miliardarioAddio assegno di divorzio per l'ex autosufficiente anche se il marito è miliardario

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF