Sei in: Home » Articoli

Notifica a mezzo posta: mancata allegazione della ricevuta di ritorno

Condividi
Seguici

La Prima Sezione Civile della Corte di Cassazione, con sentenza n. 16934/02, ha stabilito che al fine di accertare l'esistenza e la tempestività della notificazione di un atto giudiziario eseguita per mezzo del servizio postale, occorre far riferimento ai dati che emergono dalla ricevuta di ritorno, “essendo soltanto tale documento idoneo a fornire la prova dell'eseguita notificazione, della data in cui è avvenuta e della persona cui il plico è stato consegnato”. Di conseguenza, precisano i Giudici della Corte, la mancata allegazione della predetta ricevuta comporta l'inesistenza della notificazione stessa.
(25/01/2003 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» La madre risarcisce il figlio per avergli impedito di vedere il padre
» Codice della strada: arriva la riforma
» Il reato di maltrattamenti in famiglia
» Legittima difesa in vigore: ecco come cambia il codice penale
» Reddito di cittadinanza, c' la seconda ricarica

Newsletter f t in Rss