Sei in: Home » Articoli

Cassazione: Sezioni Unite dicono no al danno esistenziale. L'infelicità non può essere risarcita

Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione sono intervenute a mettere fine ad un contrasto giurisprudenziale in materia di risarcimento del danno esistenziale. L'infelicita', secondo gli Ermellini, non può essere risarcita giacchè, sottolinea la Corte non è possibile invocare “diritti del tutto immaginari, come il diritto alla qualità della vita, allo stato di benessere, alla serenità” per poterli dire risarcibili. In sostanza spiegano le Sezioni Unite non esiste "il diritto ad essere felici". Questa decisione (Sentenza n. 26972/2008) è ribadita in quattro sentenze delle sezioni unite civili che dicono tutte no al riconoscimento del 'danno esistenziale'. "Il danno non patrimoniale -scrivono i giudici della Corte - e' categoria generale non suscettiva di suddivisione in sottocategorie variamente etichettate.
In particolare, non puo' farsi riferimento ad una generica sottocategoria denominata 'danno esistenziale' perchè attraverso questa si finisce per portare anche il danno non patrimoniale nell'atipicità in cui tuttavia confluiscono fattispecie non necessariamente previste dalla norma ai fini della risarcibilità di tale tipo di danno, mentre tale situazione non e' voluta dal legislatore ordinario". In questo modo, chiarisce la Corte "sono palesemente non meritevoli della tutela risarcitoria, invocata a titolo di danno esistenziale, i pregiudizi consistenti in disagi, fastidi, disappunti, ansie ed in ogni altro tipo di insoddisfazione concernente gli aspetti più disparati della vita quotidiana che ciascuno conduce nel contesto sociale, ai quali ha prestato tutela la giustizia di prossimità". Niente risarcimento dunque per danni alla qualità della vita, allo stato di benessere, alla serenità: in definitiva al diritto ad essere felici. Fuori dei casi stabiliti dalla legge ordinaria, "solo la lesione di un diritto inviolabile della persona concretamente individuato e' fonte di responsabilità risarcitoria non patrimoniale".
Testo integrale sentenza n. 26972/2008
(13/11/2008 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Le aree destinate a parcheggio nel condominio
» Tassa rifiuti: va calcolata una sola volta per tutto l'immobile
» Cassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizio
» Autovelox: come difendersi dalle contravvenzioni illegittime
» Affido condiviso: fino a 3 anni il bambino può dormire dal padre solo ogni tanto
In evidenza oggi
Multe autovelox: dal 1° agosto potrebbero essere nulleMulte autovelox: dal 1° agosto potrebbero essere nulle
Cassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizioCassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizio
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF