Sei in: Home » Articoli

Sanita': dentisti chiedono revisione degli studi di settore. Italiani rinunciano a cure per crisi economica

L'impatto della crisi economica si fa sentire anche sulle spese che i cittadini solitamente affrontano per la propria salute. E i primi segnali arrivano dal mondo dell'odontoiatria. I professionisti dell'Associazione nazionale dentisti italiani (Andi) ha infatti chiesto di rivedere gli studi di settore che li riguardano tenendo conto del fatto che molti cittadini rinunciano alle cure odontoiatriche e le visite sono diminuite. Lassociazione che conta più di 22mila iscritti ha denunciato le difficoltà della categoria dovute da un lato alla riduzione del lavoro e dall'altro alla necessità di far fronte ai nuovi impegni che scaturiscono dall'obbligo di Educazione continua in medicina (Ecm) introdotto con la finanziaria 2008. L'Andi segnala che nei giorni scorsi si è tenuta a Roma presso il ministero dell'Economia e delle Finanze, una riunione straordinaria della commissione di esperti per gli studi di settore. Oggetto della riunione è stato "L'impatto della crisi sugli studi di settore: analisi e valutazioni". I dentisti hanno ora trasmesso al presidente della Sose (Societa' per gli studi di settore), una richiesta di revisione dello studio di settore specifico per gli odontoiatri: "non possono essere penalizzati - spiega l'Andi - coloro che indicano in modo corretto i dati richiesti dallo studio di settore, anche se questi risultano non congrui". Ciò che si teme, nel caso in cui gli studi non vengano agggiornati) è che si possano verificare danni a carico di tutto il comparto (che comprende non solo dentisti ma anche odontotecnici, dipendenti e industra) che occupa oltre 200.0000 addetti.
(08/11/2008 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Le aree destinate a parcheggio nel condominio
» Tassa rifiuti: va calcolata una sola volta per tutto l'immobile
» Cassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizio
» Autovelox: come difendersi dalle contravvenzioni illegittime
» Affido condiviso: fino a 3 anni il bambino può dormire dal padre solo ogni tanto
In evidenza oggi
Avvocati: entro il 31 ottobre contributi alla CassaAvvocati: entro il 31 ottobre contributi alla Cassa
Multe autovelox: dal 1° agosto potrebbero essere nulleMulte autovelox: dal 1° agosto potrebbero essere nulle
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF