Sei in: Home » Articoli

Class-action in fase di studio per risarcire i giocatori rovinati dal Superenalotto

Condividi
Seguici

"Ci chiediamo come e dove siano stati depositati i soldi del jackpot in attesa del fortunato 6, jackpot che, salendo a 100 milioni di euro, se investito ha sicuramente fruttato elevati interessi. In particolare vogliamo sapere quale sia stato il rendimento di tale maxi-somma e soprattutto se gli interessi sul montepremi siano stati destinati ai giocatori o a quale altro soggetto". Questo aveva dichiarato il Presidente del Codacons Carlo Rienzi, parlando dell'elevatissimo montepremi, che fino alla settimana scorsa era ancora in palio. Nel frattempo è stato centrato il 6 e l'incredibile montepremi è finito nelle tasche di un fortunato giocatore catanese.
Questo però non ha impedito al Codacons di continuare la sua battaglia e, in attesa che venga approvata la legge sulle azioni collettive, l'associazione ha presentato un esposto presso la Procura della Repubblica affinché i giocatori distrutti economicamente delle esorbitanti puntate possano essere risarciti. "Conservando le ricevute di tali giocate - spiega Carlo Rienzi - i cittadini rovinati dal Superenalotto potranno unirsi nella promozione dell'azione legale attualmente in fase di studio, sostenendo in Tribunale come il gioco si sia trasformato in qualcosa di troppo simile al gioco d'azzardo, a causa del montepremi eccessivamente elevato".
(29/10/2008 - Luisa Foti)
In evidenza oggi:
» Cassazione: non è reato non pagare le spese legali all'avvocato
» Cassazione: la busta paga prova le ferie non godute
» L'omicidio colposo. Guida legale aggiornata
» La denuncia anonima
» Chi mantiene da solo il figlio ha diritto di regresso verso l'altro genitore

Newsletter f t in Rss