Sei in: Home » Articoli

Cassazione: liti con compagnie telefoniche? Prima del giudizio va fatto il tentativo di conciliazione

Il privato che intende agire in giudizio nei confronti di una Compagnia telefonica deve esperire preventivamente il tentativo di conciliazione dinanzi al Corecom competente per territorio e ciò anche se non è ancora diventato formalmente cliente della Compagnia. Lo ha stabilito la Terza Sezione Civile della Corte di Cassazione che, con la Sent. n. 24334/2008, ha reso noto il seguente principio di diritto "in tema di contratti in materia di telecomunicazioni tra utente e soggetto autorizzato o destinatario di licenze rientranti tra le fattispecie disciplinate dalla Legge 31 luglio 1997, n. 249 ('Istituzione dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni e norme sui sistemi delle telecomunicazioni e radiotelevisivo') e dal 'regolamento concernente la risoluzione delle controversie tra organismi di telecomunicazioni e utenti' approvato da detta Autorità, anche le controversie volte a stabilire se sia stato o meno stipulato uno dei predetti contratti, sono assoggettate alla disciplina prevista in detta normativa nel comma 11 dell'art. 1 della legge e negli artt. 3 e 4 del regolamento; e quindi l'attore, prima di agire in giudizio, è tenuto a promuovere preventivamente un tentativo di conciliazione al Corecom competente per territorio".
(13/10/2008 - Avv.Cristina Matricardi)
In evidenza oggi:
» Affido condiviso: sì a diritto di visita rigido per tutelare i figli
» Reato di invasione di edifici: in arrivo multe fino a 2mila euro
» Il processo amministrativo
» Avvocati: verso l'assunzione negli studi legali
» Addio multa se nel verbale mancano indicazioni sul segnale di preavviso

Newsletter f g+ t in Rss