Sei in: Home » Articoli

Cassazione: pennichella durante il lavoro? Scatta il licenziamento

Basta essere sorpresi a fare una "pennichella" durante l'orario di lavoro per rischiare il licenziamento. E' quanto emerge da una Sentenza della Corte di Cassazione (n. 20326/2008) che ha confermato la legittimità del licenziamento di una guardia giurata trovata in due occasioni a dormire in auto con tanto di plaid per ripararsi dal freddo. La Cassazione nella sentenza ha chiarito che lo schiacciare un pisolino durante il lavoro, se non e' un semplice "colpo di sonno" ma un profondo "assopimento", puo' dare luogo alla sanzione massima dell'espulsione dal lavoro. La guardia giurata, rivolgendosi in Cassazione aveva lamentato la severita' della sanzione per quello che sosteneva essere stato un semplice "colpo di sonno" dovuto anche al fatto che per il suo lavoro doveva restare fermo in macchina per otto ore e al freddo. La Cassazione nel respingere il ricorso ha spiegato che i due episodi contestati sono particolarmente gravi perché il lavoratore è stato rinvenuto non semplicemente assopito ma profondamente addormentato.
(27/07/2008 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» In vigore il reddito di inclusione: fino a 485 euro al mese
» Giardini e terrazzi privati: al via il bonus verde del 36%
» Responsabilità medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitaria
» Pensioni donne: arriva la riduzione fino a 2 anni per chi ha figli
» Isee precompilato: obbligatorio da settembre 2018
In evidenza oggi
Assicurazione avvocati: i vantaggi della polizza CNF e come aderireAssicurazione avvocati: i vantaggi della polizza CNF e come aderire
Mammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticketMammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticket
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF