Sei in: Home » Articoli

In libreria: Diritto dell'immigrazione. Manuale pratico in materia di ingresso e condizione degli stranieri in Italia. Con CD-ROM

La seconda edizione tiene conto delle numerose modifiche apportate alla normativa sull'immigrazione, soprattutto in seguito al recepimento nell'ordinamento italiano delle direttive comunitarie in materia; modifiche che hanno comportato una estesa rivisitazione del Testo unico sull'immigrazione (D.Lgs. 286/1998). Tra le novità più significative meritano di essere segnalate: il permesso elettronico, la dichiarazione di presenza in luogo del permesso di soggiorno di breve periodo e l'introduzione massiccia di procedure informatiche per ottenere l'autorizzazione o il nulla osta ad entrare in Italia. Si da conto, inoltre, delle problematiche scaturite dal recente allargamento della Comunità europea, che, pur con deroghe, ha consentito la libera circolazione dei cittadini rumeni e bulgari, e della situazione dei rifugiati politici. Il testo segue un preciso ordine logico di trattazione: l'ingresso in Italia, la permanenza nel nostro Paese e l'uscita da quest'ultimo. Nell'esposizione, inoltre, si è usato uno stile semplice supportato da tabelle esplicative per permettere una lettura di facile comprensione. In appendice, infine, oltre alle risposte alle questioni più frequenti in tema di immigrazione, sono contenute le previsioni normative previste dal pacchetto sulla sicurezza, comprensivo, tra l'altro, del D.L 23 maggio 2008, n. 92 (Misure urgenti in materia di sicurezza pubblico.


- Prezzo: € 34.00
- Edizioni Giuridiche Simone 2008
- Pagine 542

Acquista on line

Cerca altri libri:



(02/09/2008 - Recensione)
Le più lette:
» La responsabilità oggettiva
» Il reato di ricettazione
» Opposizione a decreto ingiuntivo: inammissibile per nullità della notifica via pec
» L'accollo
» Avvocati: prestazione sospesa se il cliente non paga
In evidenza oggi
Responsabilità medica: la prova del danno spetta al pazienteResponsabilità medica: la prova del danno spetta al paziente
Gratuito patrocinio: il tribunale non può pagare gli avvocatiGratuito patrocinio: il tribunale non può pagare gli avvocati

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF