Sei in: Home » Articoli

Part - time. nullitÓ per difetto di forma legge 19/12/1984, n.863

L'art. 5 del d.l. 30/10/1984, n. 726, convertito in legge 19/12/1984, n. 863, nel disciplinare per la prima volta il lavoro a tempo parziale, ha tra l'altro previsto che siffatta tipologia contrattuale debba necessariamente essere stipulata con atto scritto. Il requisito della forma scritta, in un primo tempo interpretato dal Ministero del Lavoro come mero requisito di regolaritÓ dell'atto negoziale, Ŕ stato successivamente considerato dalla Corte di Cassazione e dalla stessa Corte Costituzionale (con sentenza n. 210 del 4-11 maggio 1992) quale requisito essenziale del contratto a tempo parziale, con conseguente nullitÓ dello stesso in carenza della citata forma scritta.
Siffatto orientamento era giustificato non solo dalla chiarezza del dato letterale e dalla imperativitÓ della norma, ma altresý da esigenze di tutela del lavoratore. La problematica Ŕ stata successivamente superata dal D.Lgs. 25/02/2000, n. 61, il quale, al fine di incentivare la tipologia contrattuale in questione, ha stabilito, limitatamente ai rapporti part-time stipulati a decorrere dall'entrata in vigore del decreto stesso, che la forma scritta non Ŕ pi¨ necessaria per la validitÓ di tale rapporto di lavoro, limitandone la valenza ai soli fini della....
Vedi allegato
(28/07/2008 - Laprevidenza.it)
In evidenza oggi:
» L'avvocato ora Ŕ in affitto!
» Negozi chiusi la domenica: la proposta di legge
» Guida legale sulla responsabilitÓ disciplinare dei magistrati
» Assegno di mantenimento: detrae solo chi versa
» La responsabilitÓ penale dei magistrati

'codice widgetpack temporaneamente spostato nella raccolta codici
Newsletter f g+ t in Rss