Il Notaio che esercita la sua professione in maniera troppo veloce rischia una sanzione disciplinare. E' quanto stabilito dalla Terza Sezione Penale della Corte di Cassazione (Sent. n. 9353/2008) che, nel caso di specie, ha precisato che "la preventiva informazione alle parti sugli argomenti posti all'ordine del giorno non poteva superare il dovere del notaio di controllare alla presenza delle parti della loro volontà e della loro consapevolezza di quanto era posto in votazione, che questa consapevolezza non era in alcun modo provata".
Condividi
Feedback

(23/08/2008 - Avv.Cristina Matricardi)
In evidenza oggi:
» Coronavirus: stop agli incontri tra padre e figlio residenti in comuni diversi
» Sospensione del mutuo: ecco il modello