Viola la legge sulla privacy l'assicurazione che trasmette dati sullo stato di salute dei propri assicurati senza il tramite del medico designato secondo quanto previsto dalla L. 675/1996. Lo ha precisato il Garante della privacy (Newsletter del 9/15 dicembre 2002) confermando una sanzione amministrativa irrogata a una Società assicuratrice che aveva consegnato direttamente a un suo assistito, che ne aveva fatto richiesta, la copia di una perizia medica senza il tramite del medico di fiducia dell’interessato o di quello designato dal "titolare del trattamento".

Condividi
Feedback

(30/12/2002 - Avv.Cristina Matricardi)
In evidenza oggi: