Sei in: Home » Articoli
 » Previdenza

Ingegneri: indirizzo dello studio professionale? Può essere scelto come domicilio per ricevere la corrispondenza dell'ente previdenza

Gli ingegneri possono indicare l'indirizzo dello studio professionale come domicilio eletto per ricevere la corrispondenza dell'ente di previdenza al quale sono iscritti. È quanto stabilito dal Garante per la protezione dei dati personali (comunicato del 1 luglio scorso n. 320) che ha poi precisato che è del tutto legittima la richiesta dei professionisti di integrazione dei dati relativi al domicilio. Difatti, ai sensi dell'articolo 47 del c.c., un soggetto, per determinati atti e/o affari, può eleggere domicilio speciale occorrendo, in tal caso, solo una comunicazione scritta.
Con questa decisione l'Autorità Garante ha accolto il ricorso di un professionista che aveva (invano) richiesto di integrare i dati conservati negli archivi dell'Inarcassa (associazione assicuratrice la previdenza e l'assistenza obbligatoria di ingegneri e architetti liberi professionisti), con quelli relativi al proprio domicilio e, considerata la difficoltà a ricevere le comunicazioni dell'associazione in orario lavorativo al suo indirizzo di residenza, aveva richiesto all'ente stesso, la cancellazione di tale indirizzo di residenza, la rettificazione o l'inserimento dell'indirizzo del proprio studio professionale per l'inoltro della corrispondenza.
(10/08/2008 - Avv.Cristina Matricardi)

In evidenza oggi:
» Riforma processo civile: ecco la bozza
» Cassazione: illegittima la sentenza che liquida solo spese vive senza onorari
» Cassazione: bigenitorialitÓ non vuol dire tempi uguali coi figli
» Legge 104: congedo straordinario anche al figlio non convivente
» RcAuto, pagare a rate non conviene
Newsletter f g+ t in Rss