Sei in: Home » Articoli

La responsabilitÓ giuridica civile delle organizzazioni e delle associazioni religiose e ONLUS nella preparazione e gestione del soccorso medico in occasione di eventi pubblici

Da un lato l'aumento esponenziale delle cause civili e penali promosse dai pazienti/utenti nei confronti delle associazioni e dei volontari che prestano attivitÓ di primo soccorso o di pronto soccorso per colpa professionale, dall'altro la necessitÓ di migliorare la qualitÓ assistenziale dei servizi sanitari finanche durante manifestazioni sportive, religiose, sociali e comunque aperte al pubblico, costringono gli organizzatori e gli stessi volontari ad adottare alcune precauzioni e modalitÓ di intervento medico-infermieristico per raggiungere gli scopi dinanzi indicati. Sono sempre pi¨ frequenti gli eventi organizzati da associazioni, chiese, comunitÓ anche scientifiche e confessioni religiose in occasione di feste, convegni, assemblee e comunque dove una folla numerosa di adepti, aderenti e curiosi si incontrano per diverse ore. Chi si avvale di un proprio punto di soccorso, soggiace ad alcune obbligazioni, non dissimili da quelle che vincolano gli enti sanitari sia pubblici che privati. Altri, invece, si avvalgono semplicemente di ambulanze sia proprie che di terzi e la responsabilitÓ civile che disaminer˛, si applicherÓ, ovviamente, solo al primo caso.
(Dott. Mauro Di Fresco)

Condizioni per l'utilizzo di questo materiale


Articolo del Dott. Mauro Di Fresco - Responsabile sezione Diritto Sanitario
(11/06/2008 - Laprevidenza.it)
In evidenza oggi:
» Negoziazione assistita: niente contributo unificato
» Anche l'avvocato negligente va pagato
» Avvocati: assicurazione professionale anche per i praticanti
» Usura: le Sezioni Unite sulla commissione di massimo scoperto
» Conto corrente gratis in vigore


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss