Sei in: Home » Articoli

Lo stato di ubriachezza dell'automobilista non esclude il concorso di colpa della vittima del sinistro per comportamento imprudente.

l processo riguarda un incidente stradale. Secondo l'ipotesi accusatoria fatta propria dai giudici di merito, il B. si poneva alla guida di un'auto in stato di ebbrezza alcolica, procedeva in ora notturna, in un incrocio urbano, alla velocitÓ di circa 90 km. orari, ed entrava in collisione con un ciclomotore condotto dal minore A.M. sul quale trovava posto anche il giovane F.L.. Nell'urto il F. riportava lesioni letali, mentre A.M. subiva lesioni personali gravi. [...] La Corte d'appello [...] manca di compiere un'indagine conformata sulle contingenze del caso concreto. Infatti, si afferma che con ogni probabilitÓ il sopraggiungere dell'auto ad elevata velocitÓ non era prevedibile. [...] L'esigenza di una motivazione puntuale s'impone maggiormente se si considera che la condotta di guida inosservante di altri utenti della strada non costituisce in sÚ una contingenza imprevedibile.
Al contrario, la normale prudenza nella circolazione stradale richiede di mettere in conto, in qualche guisa, anche tale possibilitÓ. Tale principio Ŕ stato affermato con particolare forza, condivisibilmente, proprio nel contesto delle intersezioni stradali.....leggi tutto....
(26/06/2008 - Miolegale.it)
In evidenza oggi:
» L'Inps cerca avvocati
» Carceri: ok alla riforma
» Il contratto di francising
» Flat tax: che cos'Ŕ e come funziona
» Cassazione: reato per chi rivela la relazione con una donna sposata


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss