Consulta: processo tributario, valido ricorso spedito per posta

Roma (Adnkronos) - I cittadini che devono presentare ricorso davanti ad una commissione tributaria d'ora in poi lo potranno fare tranquillamente avvalendosi del servizio postale. In altre parole non ci sara' piu' bisogno di recarsi di persona in cancelleria per depositare gli atti del processo. Bastera' inviare il ricorso per posta. Lo ha stabilito la Corte Costituzionale, con la sentenza 520 depositata oggi, con la quale i giudici hanno dichiarato la ''incostituzionalita''' dell'art. 22 del decreto del 1992 che disciplina il processo tributario nella parte in cui non consente l'utilizzo del servizio postale per il deposito degli atti.
(14/12/2002 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Avvocati: addio contributo minimo integrativo
» Multa col cellulare in auto anche se non si parla
» Facebook: reato di diffamazione aggravata anche per chi commenta
» La Consulta boccia l'art. 92 post riforma
» ResponsabilitÓ medica: l'art. 590-sexies e l'intervento delle Sezioni Unite


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
RIMEDI ALTERNATIVI AL REPECHAGE IN IPOTESI DI LICENZIAMENTO PER GIUSTIFICATO MOTIVO OGGETTIVO DETERMINATO DA RIORGANIZZAZIONE AZIENNDALE PER RIDUZIONE DI PERSONALE OMOGENEO E FUNGIBILE