Sei in: Home » Articoli

Privacy: in albergo? Non Ŕ lecito informarsi sui gusti dei clienti

Il Garante per la protezione dei dati personali (Newsletter del 21 marzo 2008) ha reso noto di aver stabilito che le catene alberghiere che raccolgono via web informazioni circa gli usi e le preferenze dei propri clienti per uso marketing, debbono ottenere preventivamente il consenso specifico del cliente.
Pi¨ in particolare, l'AutoritÓ ha stabilito che per le finalitÓ di marketing e di promozione commerciale, la richiesta di consenso, deve essere chiaramente distinta dal resto della scheda normalmente utilizzata per la raccolta dei dati ai fini della fornitura del semplice servizio alberghiero.
Il Garante ha quindi chiarito di aver vietato a una catena alberghiera il trattamento dei dati raccolti illecitamente mediante il proprio sito.
(26/04/2008 - Avv.Cristina Matricardi)
Le pi¨ lette:
» In vigore il reddito di inclusione: fino a 485 euro al mese
» Addio definitivo alla Siae
» Giardini e terrazzi privati: al via il bonus verde del 36%
» Come funziona la rottamazione "bis" delle cartelle
» ResponsabilitÓ medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitaria
In evidenza oggi
Mammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticketMammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticket
ResponsabilitÓ medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitariaResponsabilitÓ medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitaria
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF