Risolto il contratto di vendita? L'acquirente rimborsa l'IVA al venditore

Condividi
Seguici

Nel caso di risoluzione del contratto di vendita l'acquirente è tenuto a rimborsare al venditore l'IVA da questi versata salvo che l'imposta sia stata recuperata mediante detrazione sulla base del meccanismo previsto dall'art. 26, comma 2, Dpr 633/1972. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione (sentenza n. 15696/2002) precisando che, in ogni caso, è onere dell'acquirente (che vuole evitare il rimborso) dimostrare che il venditore si sia effettivamente avvalso della detrazione.
(06/12/2002 - Avv.Francesca Romanelli)
In evidenza oggi:
» Cassazione: niente mantenimento se la ex è giovane e il matrimonio dura poco
» Sanatoria per la tassa rifiuti non pagata
» Ryanair (ancora) nuove regole per i bagagli a mano
» Sanatoria per la tassa rifiuti non pagata
» Cassazione: nulla la notifica dell'atto al familiare non convivente

Newsletter f t in Rss