Sei in: Home » Articoli

Le nuove dimissioni: effetti collaterali

Dal 5 marzo scorso, il lavoratore che intende interrompere il rapporto di lavoro č obbligato a rassegnare le proprie dimissioni su un apposito modulo. Ai sensi della nuova legge (la n. 188 del 17 ottobre 2007), le dimissioni presentate al datore di lavoro in forma diversa sono infatti nulle, con la conseguenza che il rapporto di lavoro continua, dal punto di vista legale, come se il lavoratore non avesse mai manifestato l'intenzione di recedere dal contratto di lavoro.
leggi il testo integrale
(07/04/2008 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Milleproroghe: ok Senato, č legge
» Avvocati: verso l'assunzione negli studi legali
» Pensione invaliditā solo ai residenti in Italia
» Processo civile telematico: le novitā in vigore da oggi
» Il diritto di critica politica come esimente del reato di diffamazione

Newsletter f g+ t in Rss