Sei in: Home » Articoli

Cassazione: il figlio è uno spericolato? Se fa danni pagano mamma e papa'

Il figlio è un pirata della strada? Se procura danni pagano mamma e papà. Parola di Cassazione. E non importa se i due genitori si sono separati, la responsabilità rimane impegnata per entrambi anche se non vivono più sotto lo stesso tetto. I Giudici della Corte (Sentenza 7050/2008) hanno sottolineato che la "negligenza", l'"indisciplina" e l'"irresponsabilita'" dei ragazzi, specialmente quando sono alla guida di un veicolo (nel casso di specie un motorino) sono lo specchio di "carenze educative" imputabili ai genitori "i cui effetti si protraggono anche per il tempo successivo alla cessazione della coabitazione". In precedenza la Corte di Appello aveva escluso la responsabilità dei genitori sul rilievo che il ragazzo da due anni si era trasferito a vivere con il fratello per motivi di lavoro. Di diverso avviso la Corte che ha ricordato come della maleducazione dei figli minorenni continuano a rispondere i genitori anche se vivono lontani.
L'eventuale allontanamento del minore dalla casa dei genitori, scrive la Corte "non vale di per se' ad esimere i genitori stessi da responsabilita', ove l'illecito comportamento del figlio sia riconducibile non all'omissione della contingente e quotidiana sorveglianza sul comportamento di lui, ma alle oggettive carenze educative".
Altre informazioni su questa sentenza
(26/03/2008 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Divorzio: per i figli vale sempre il tenore di vita
» Cassazione: saluto fascista non è reato se commemorativo
» Avvocati: perché portano la toga nera?
» Il valore probatorio del Cid
» Bollette più care per colpa di chi non paga: è giusto?


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss