Sei in: Home » Articoli

Offensivo accusare la maestra di usare un metodo didattico di stampo hitleriano

La Corte di Cassazione ha annullato, con la sentenza del 21 gennaio 2008 n° 3131, sez. V penale, la condanna di un'insegnante del Torinese che aveva risposto con parole un po' vivaci alla mamma di una sua alunna, che davanti al preside della scuola, l'accusava di essere troppo severa, ovvero di utilizzare un metodo didattico di stampo "hitleriano". La Suprema Corte ha ritenuto legittima la reazione verbale della maestra in quanto la mamma dell'alunna aveva attribuito alla maestra "criteri formativi inappropriati e non convenienti, adoperando l'epiteto hitleriano per qualificare il comportamento professionale dell'insegnante", non può pertanto, non considerarsi fatto ingiusto, per le modalità con cui era stato realizzato, aveva la potenzialità di suscitare un giustificato turbamento nell'animo del docente...
Cassazione, sez.V penale, sentenza del 21.01.2008 n° 3131 - Cesira Cruciani
(03/03/2008 - Laprevidenza.it)

Link correlati:
http://www.laprevidenza.it


In evidenza oggi:
» Arriva il bonus matrimonio fino a 20mila euro ma solo per chi si sposa in chiesa
» Il divario (in)conciliabile tra l'attività politica e l'onestà intellettuale
» Come si costituisce un condominio
» Avvocati: arriva l'abolizione del requisito dell'esercizio effettivo della professione?
» Cefalea malattia sociale: arriva l'assegno d'invalidit
Newsletter f t in Rss