Sei in: Home » Articoli

Cassazione: somme condonate? Non è ammessa nessuna sanatoria

La Quinta Sezione Civile Tributaria della Corte di Cassazione (Sent. 1927/2008) ha stabilito che la sanatoria per delle irregolarità non può essere usata dal contribuente che ha già in precedenza aderito al condono.
I Giudici di Piazza Cavour hanno precisato che la norma di cui all'art. 19 bis L. n. 85/1995 "porta il seguente titolo: 'sanatoria per irregolarità nelle dichiarazione dei redditi e nelle dichiarazioni IVA'; per cui, avuto riguardo altresì al contenuto della norma stessa, appare evidente che il suo raggio d'applicazione non può estendersi fino a ricomprendere irregolarità o inadempienze contenute in altri atti, quali appunto quelli relativi a precedenti condoni".
Con questa decisione la Corte ha accolto il ricorso proposto dal Ministero dell'Economia e delle Finanze avverso la Sentenza della Commissione Tributaria. Quest'ultima aveva accolto il ricorso di un contribuente che aveva aderito a un condono e che si era visto riconoscere la possibilità di avvalersi di una sanatoria per il ritardato pagamento di un premio.
(22/02/2008 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Pensioni donne: arriva la riduzione fino a 2 anni per chi ha figli
» Isee precompilato: obbligatorio da settembre 2018
» Assicurazione avvocati: i vantaggi della polizza CNF e come aderire
» Documenti: per quanto tempo vanno conservati?
» Il TFR in busta paga - Guida con fac-simile di richiesta
In evidenza oggi
Avvocati e professionisti in piazza per l'equo compensoAvvocati e professionisti in piazza per l'equo compenso
Condominio: spese manutenzione ascensore sostenute anche dai proprietari delle cantine e del piano rialzatoCondominio: spese manutenzione ascensore sostenute anche dai proprietari delle cantine e del piano rialzato
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF