Sei in: Home » Articoli

Certificato di malattia per l'assenza dal lavoro, diversità tra dipendenti privati e pubblici

L'atto della certificazione è proprio dell'attività medica poiché il medico ha potestà di certificare, cioè di rilasciare dichiarazioni scritte di quanto ha direttamente constatato nell'esercizio della sua professione e il rilascio di certificati da parte di chi non è abilitato all'esercizio della professione medica configura il reato di esercizio abusivo di una professione (art. 348 c.p.). L'atto certificativo è un atto con dignità e importanza pari a qualsiasi altro atto medico e non deve essere considerato come una mera incombenza burocratica-amministrativa imposta da un'autorità esterna (sanitaria, amministrativa o giudiziaria), ma deve piuttosto essere considerato come un documento..... (Dott.ssa Cesira Cruciani)
Articolo dott.ssa Cesira Cruciani
(23/01/2008 - Laprevidenza.it)

Link correlati:
http://www.laprevidenza.it


In evidenza oggi:
» Reversibilità alla moglie anche senza mantenimento
» Condominio: il convegno di StudioCataldi.it a Roma
» Divorzio: niente assegno all'ex moglie scansafatiche
» Reddito di cittadinanza, "nuove strette anti furbetti"
» Processo civile telematico: nulle le notifiche all'indirizzo Ini-Pec?
Newsletter f t in Rss