Sei in: Home » Articoli

Accredito contribuzione per maternità al di fuori del rapporto di lavoro: orientamento uniforme

Condividi
Seguici

In tema di legittimità  del riconoscimento all''accredito della contribuzione figurativa per astensione obbligatoria per maternità  intervenuta al di fuori del rapporto di lavoro, la Corte dei conti continua a pronunciarsi favorevolmente sulla scorta della sentenza n. 7/QM del 14 luglio 2006 che ha statuito: sussiste il diritto al riconoscimento, ai fini pensionistici, dei periodi corrispondenti all'astensione obbligatoria dal lavoro per maternità , verificatasi al di fuori del rapporto di lavoro, ai sensi dell'art. 25, co. 2, del decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 151, in relazione a quanto disposto dagli artt. 16 e 17 dello stesso testo normativo i quali disciplinano diritti e doveri in occasione della maternità in ambito lavorativo, a domanda e con effetti a decorrere dalla stessa, ancorchè la stessa sia avanzata non in costanza di attività lavorativa.
Corte dei Conti, sez. giurisd. Piemonte, sentenza 2.10.2007 n. 242
(26/12/2007 - Laprevidenza.it)

Link correlati:
http://www.laprevidenza.it

In evidenza oggi:
» La Famiglia nel Diritto: 3 Crediti Formativi per avvocati
» Arriva l'avvocato istruttore
» Il reato di bancarotta
» Mantenimento: niente reato per il padre che riduce da s l'assegno al figlio
» Ecco la riforma del processo penale

Newsletter f t in Rss