Sei in: Home » Articoli

Accredito contribuzione per maternità al di fuori del rapporto di lavoro: orientamento uniforme

In tema di legittimità  del riconoscimento all''accredito della contribuzione figurativa per astensione obbligatoria per maternità  intervenuta al di fuori del rapporto di lavoro, la Corte dei conti continua a pronunciarsi favorevolmente sulla scorta della sentenza n. 7/QM del 14 luglio 2006 che ha statuito: sussiste il diritto al riconoscimento, ai fini pensionistici, dei periodi corrispondenti all'astensione obbligatoria dal lavoro per maternità , verificatasi al di fuori del rapporto di lavoro, ai sensi dell'art. 25, co. 2, del decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 151, in relazione a quanto disposto dagli artt. 16 e 17 dello stesso testo normativo i quali disciplinano diritti e doveri in occasione della maternità in ambito lavorativo, a domanda e con effetti a decorrere dalla stessa, ancorchè la stessa sia avanzata non in costanza di attività lavorativa.
Corte dei Conti, sez. giurisd. Piemonte, sentenza 2.10.2007 n. 242
(26/12/2007 - Laprevidenza.it)

Link correlati:
http://www.laprevidenza.it

In evidenza oggi:
» Divorzio: per i figli vale sempre il tenore di vita
» Cassazione: saluto fascista non è reato se commemorativo
» Avvocati: perché portano la toga nera?
» Il valore probatorio del Cid
» Bollette più care per colpa di chi non paga: è giusto?


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss