Sei in: Home » Articoli

Cassazione: il capo è volgare? Rischia la condanna per ingiuria

Condividi
Seguici

Il Dirigente di un'impresa che utilizza espressioni volgari per riprendere un proprio subordinato, rischia la condanna penale per ingiuria. Parola di Cassazione.
In particolare, la Corte ha precisato che la critica nei confronti dell'operato scorretto del lavoratore è assolutamente doverosa purché non sconfini nell'insulto o comunque nel dispregio.
Sulla scorta di tali premesse, nel caso di specie, gli Ermellini hanno condannato un dirigente di un'azienda per aver, durante l'orario di lavoro, ripreso l'operato del subordinato utilizzando frasi volgari.
(15/11/2007 - Avv.Cristina Matricardi)
In evidenza oggi:
» Sequestro del Tfr all'ex marito che non paga il mantenimento
» La madre risarcisce il figlio per avergli impedito di vedere il padre
» Il reato di maltrattamenti in famiglia
» Legittima difesa in vigore: ecco come cambia il codice penale
» Reddito di cittadinanza, c' la seconda ricarica

Newsletter f t in Rss