La Corte di Cassazione (Sent. n. 18211/2007) ha stabilito che non ha diritto al risarcimento dei danni, il dottore commercialista che abbia ritardato l'inizio della sua attività professionale a causa della sospensione della procedura di iscrizione da parte dell'ordine locale dei dottori commercialisti e ciò anche se poi tale provvedimento venga annullato dal Consiglio Nazionale perché non necessario.
Condividi
Feedback

(24/09/2007 - Avv.Cristina Matricardi)
In evidenza oggi:
» Taglio del cuneo fiscale dal 1° luglio 2020
» Pochi spiccioli di reddito di cittadinanza? Niente bonus coronavirus!