Sei in: Home » Articoli

Agenzia Entrate: chiarimenti sull'addizionali comunali IRPEF

L'Agenzia delle Entrate (circolare n. 23 dello scorso 20 aprile) ha chiarito che l'esenzione (relativa all'addizionale comunale IRPEF) nell'ipotesi in cui il Comune abbia deliberato una fascia di esenzione ai sensi dell'art. 1, comma 3-bis D.Lgs. 360/1998, si applica automaticamente (da parte del sostituto d'imposta), anche in assenza di specifica richiesta da parte del contribuente, nel caso in cui il reddito imponibile dell'anno precedente rientra nella fascia di esenzione deliberata dal Comune di residenza. L'Agenzia ha inoltre chiarito che per i redditi di lavoro dipendente e per quelli assimilati a quelli di lavoro dipendente, i sostituti d'imposta determinano l'acconto dell'addizionale comunale dovuta per il 2007 utilizzando l'aliquota fissata dal Comune in cui il dipendente ha il domicilio fiscale al 1 gennaio 2007 e che il sostituto, anche in sede di acconto, tiene conto delle esenzioni deliberate dai comuni
Leggi il provvedimento
(29/04/2007 - Avv.Cristina Matricardi)
Le pi lette:
» Il mobbing - guida con raccolta di articoli e sentenze
» Preavviso di licenziamento e dimissioni: durata, conseguenze e fac-simile
» Curriculum vitae: guida alla redazione con fac-simile
» Processo civile telematico: attenzione a come si deposita la sentenza impugnata in Cassazione!
» Equo compenso per tutti: avvocati e professionisti
In evidenza oggi
Udienza celebrata in anticipo senza l'avvocato? Il giudizio  illegittimoUdienza celebrata in anticipo senza l'avvocato? Il giudizio illegittimo
Addio riparazione per lo stalkingAddio riparazione per lo stalking

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF