La Seconda Sezione Civile della Corte di Cassazione (Sent. n. 16228/2006) ha stabilito che è nulla la delibera assembleare non sottoscritta da tutti i condomini che, nel destinare un'area comune a parcheggio di autovetture, ne disciplini l'uso escludendo uno dei condomini. I Giudici del Palazzaccio hanno infatti precisato che la decisione è soggetta all'onere della forma scritta ad substantiam e ciò in quanto, modificando il regolamento di condominio, produce vincoli di natura reale su beni immobili.
Condividi
Feedback

(02/04/2007 - Avv.Cristina Matricardi)
In evidenza oggi:
» Bonus 600 euro anche ad avvocati e ordinisti: firmato decreto
» Il reato di maltrattamenti in famiglia nella giurisprudenza