Sei in: Home » Articoli

Cannabis uso personale: dopo sospensione TAR del Lazio annulla Decreto Turco

Dopo il provvedimento di sospensione del decreto Turco da parte del TAR del Lazio, il Tribunale ha ora annullato il decreto che aveva raddoppiato la dose massima di cannabis per uso personale.
Il Ministro per la Solidarietà Sociale, Paolo Ferrero, ha dichiarato che "Il governo farà sicuramente ricorso contro la sentenza” spiegando che il decreto serviva a evitare che "la gente rischiasse di andare in galera come spacciatore quando invece era semplicemente consumatore di qualche spinello".
Nell'impianto motivazionale della sentenza resa dal TAR si legge che "il decreto del ministero della Salute deve essere annullato in quanto la motivazione dell'atto […], non spiega le ragioni delle scelte operate, ne' esse vengono adeguatamente giustificate sulla base di approfondimenti specifici sugli effetti dannosi delle sostanze stupefacenti in questione".
Sul tema è intervenuto anche il Presidente della Commissione Giustizia della Camera Pino Pisicchio il quale ha richiamato l'attenzione sull'urgenza di procedere al più presto all'approvazione di una nuova legge sulle tossicodipendenze.
Ai potenziali giovani consumatori di droghe, afferma Pisicchio, "bisogna trasmettere messaggi non contraddittori sul disvalore delle sostanze stupefacenti, attraverso una comunicazione mediatica calibrata e intelligente, che usi il loro stesso linguaggio. Dobbiamo evitare di trovarci nella contraddizione in cui si trova lo Stato quando da un lato fa stampare sui pacchetti di sigarette scritte sugli effetti dannosi del fumo, e dall'altro percepisce risorse erariali dalla vendita del tabacco".
(22/03/2007 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Milleproroghe: ok Senato, è legge
» Avvocati: verso l'assunzione negli studi legali
» Pensione invalidità solo ai residenti in Italia
» Processo civile telematico: le novità in vigore da oggi
» Il diritto di critica politica come esimente del reato di diffamazione

Newsletter f g+ t in Rss