La Sezione Ottava del Tribunale di Milano (Sentenza dell'8 gennaio scorso) ha stabilito che i condomini hanno diritto al risarcimento del danno in caso di omissioni e di inosservanze dell'amministratore che non espleti tempestivamente e congruamente gli adempimenti di cui alla normativa sulla detrazione d'imposta ( 41% ). I Giudici di Milano hanno poi precisato che l'azione per il risarcimento dei danni dovrà essere promossa dai singoli condomini e cioè in quanto il condominio non ha la legittimazione attiva per la richiesta di simili danni.
Condividi
Feedback

(20/03/2007 - Avv.Cristina Matricardi)
In evidenza oggi:
» Coronavirus, udienze da remoto: le linee guida del Csm
» Bonus 600 euro anche ad avvocati e ordinisti: firmato decreto