Sei in: Home » Articoli

Esclusione dell'affidamento condiviso e sospensione del diritto di visita

In caso di rifiuto del minore a vivere con il genitore affidatario, ove il Tribunale, anche mediante l'ascolto dello stesso, accerti che la decisione č stata adottata con consapevolezza e che č giustificata da condotte inadeguate del genitore, va disposto l'affidamento del minore stesso all'altro coniuge e va escluso l'affidamento condiviso. Per evitare un innalzamento del livello di conflittualitā fra minore e genitore giā affidatario possono essere sospese per un certo periodo le visite e le frequentazioni.
Leggi il provvedimento
(19/03/2007 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Avvocati: addio contributo minimo integrativo
» Multa col cellulare in auto anche se non si parla
» Facebook: reato di diffamazione aggravata anche per chi commenta
» La Consulta boccia l'art. 92 post riforma
» Responsabilitā medica: l'art. 590-sexies e l'intervento delle Sezioni Unite


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
RIMEDI ALTERNATIVI AL REPECHAGE IN IPOTESI DI LICENZIAMENTO PER GIUSTIFICATO MOTIVO OGGETTIVO DETERMINATO DA RIORGANIZZAZIONE AZIENNDALE PER RIDUZIONE DI PERSONALE OMOGENEO E FUNGIBILE