Sei in: Home » Articoli

Cassazione: immigrato ha chiesto il permesso? Non può essere espulso se non è esaurita la procedura

La Prima Sezione Civile della Corte di Cassazione (Sent. n. 1649/2007) ha stabilito che l'immigrato senza permesso di soggiorno che chiede di essere messo in regola non può essere espulso se la procedura non si è ancora conclusa. I Giudici del Palazzaccio hanno precisato che "l'art. 2, comma 1, d.l. 195 del 2002, così come convertito dalla L. n. 222 del 2002, in materia di legalizzazione di lavoro irregolare di extracomunitari dispone che fino alla data di conclusione della procedura di emersione, disciplinata del D.L. n. 195 del 2002, art. 1, non possono essere adottati provvedimenti di allontanamento dal territorio nazionale nei confronti dei lavoratori compresi nella dichiarazione presentata dal datore di lavoro, salvo che risultino pericolosi per la sicurezza dello Stato". Con questa decisione la Corte ha accolto il ricorso di un cittadino extracomunitario espulso dal Prefetto nonostante la richiesta di emersione dal lavoro domestico presentata dal datore di lavoro.
Leggi la motivazione della sentenza
(02/03/2007 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Addio definitivo alla Siae
» Processo civile: nessun obbligo di depositare in appello il fascicolo di primo grado
» Come funziona la rottamazione "bis" delle cartelle
» Avvocati: ecco come effettuare il cumulo per andare in pensione prima
» Arriva lo stop per legge alle bollette a 28 giorni
In evidenza oggi
Mammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticketMammografia: entro 60 giorni o dal privato al costo del ticket
Responsabilità medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitariaResponsabilità medica: la Cassazione torna sull'onere probatorio della struttura sanitaria
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF