Sei in: Home » Articoli

Vittime dell'usura: la sospensione delle azioni esecutive

Condividi
Seguici

Il quarto coma dell'art. 20 della legge 44/99 (Disposizioni concernenti il Fondo di solidarietà per le vittime delle richieste estorsive e dell'usura) prevede la sospensione per la durata di trecento giorni delle esecuzioni di provvedimenti di rilascio di immobili e dei termini relativi a processi esecutivi mobiliari ed immobiliari (ivi comprese le vendite e le assegnazioni forzate).
Il Giudice dell'esecuzione può disporre tale sospensione a seguito del parere favorevole del Prefetto competente per territorio e sentito il presidente del Tribunale.
Intervenendo sul problema relativo alla decorrenza della sospensione la Corte di Cassazione con Sentenza 1496 del 24 gennaio 2007 ha chiarito che detta sospensione produce i suoi effetti ove accordata dal momento della presentazione dell'istanza al giudice dell'esecuzione e non dalla presentazione della richiesta in sede amministrativa.
Nella motivazione i giudici della Corte spiegano che l'art. 20 comma 7 prevede che la sospensione ha effetto "a seguito del parere favorevole del Prefetto" e non "a decorrere dal medesimo".
Qui di seguito pubblichiamo il testo della legge 23 febbraio 1999, n. 44.
(03/02/2007 - Avv.Cristina Matricardi)

Normativa su questo argomento:
Fondo solidarietà vittime usura

In evidenza oggi:
» Figli, il mantenimento non è per sempre
» Stalking: carcere anche se la vittima vuole riprendere la relazione
» La recidiva
» La particolare tenuit del fatto
» Il permesso di soggiorno

Newsletter f t in Rss