Sei in: Home » Articoli

Romania e Bulgaria nell'Unione Europea

Il Ministero dell'Interno e quello della Solidarietà Sociale, con la circolare n. 2 del 28.12.2006 hanno reso noto che dal 1° gennaio 2007 la Romania e la Bulgaria sono diventati Paesi membri dell'Unione Europea e i loro cittadini, così come previsto dal Trattato istitutivo della Comunità Europea, godranno del diritto di circolare e soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri e quindi anche in Italia. Nel provvedimento viene quindi precisato che a partire dal 1 gennaio per i cittadini rumeni e bulgari, non si applicheranno più le disposizioni sull'ingresso ed il soggiorno contenute del Testo Unico sull'immigrazione (D.Lgs. n. 286/98) ma, al contrario, le norme contenute nel D.P.R. 18.01.2002, n. 54 e succ. mod. e int. (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di circolazione e soggiorno dei cittadini degli Stati membri dell'Unione Europea). Per l'accesso al lavoro, analogamente a quanto previsto dagli altri Paesi della UE, è stato stabilito un regime transitorio per il periodo di un anno prima della liberalizzazione completa dell'accesso al lavoro subordinato. Rimane privo di alcuna limitazione il lavoro autonomo.
Leggi la circolare
(18/01/2007 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Le aree destinate a parcheggio nel condominio
» I tagli alla pensione di reversibilità
» Autovelox: come difendersi dalle contravvenzioni illegittime
» Arriva la dichiarazione Iva precompilata e l'obbligo della fattura elettronica tra privati
» Il concorso di colpa nel processo penale
In evidenza oggi
Cassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizioCassazione: la telefonata registrata è una prova e può essere utilizzata in giudizio
Tassa rifiuti: va calcolata una sola volta per tutto l'immobileTassa rifiuti: va calcolata una sola volta per tutto l'immobile
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF