La Seconda Sezione Civile della Corte di Cassazione (Sent. n. 1840/2006) ha stabilto che in caso di infiltrazioni di acqua provenienti dall'appartamento sovrastante (che ha compromesso lo stato dell'appartamento locato) la repsonsabilità complessiva è addebitabile non solo ai proprietari dei due appartamenti ai sensi degli art. 1125 e 2051 c.c. ma anche all'inquilino per l'utilizzo improprio e non diligente dell'immobile locatogli.
Condividi
Feedback

(03/01/2007 - Avv.Cristina Matricardi)
In evidenza oggi:
» Bonus 600 euro anche ad avvocati e ordinisti: firmato decreto
» Il reato di maltrattamenti in famiglia nella giurisprudenza