Sei in: Home » Articoli

Cassazione: si espone sull'auto una falsa assicurazione? Non è truffa

La Seconda Sezione Penale della Corte di Cassazione (Sent. n. 34179/2006) ha stabilito che non costituisce tentata truffa esporre sul parabrezza dell'auto un certificato assicurativo falso. I Giudici hanno infatti precisato che il profitto conseguito dall'imputato con la sua condotta è "un fatto del tutto neutro agli effetti di un ipotetico danno erariale, proprio perché quella condotta non era destinata a spostare risorse economiche dal soggetto in ipotesi truffato all'autore di tale condotta". I Giudici di Piazza Cavour con questa decisione hanno confermato la sentenza di assoluzione decretata da un GUP perché il fatto non sussiste a carico di un cittadino che circolava con un cedolino di assicurazione falso esposto sul parabrezza del proprio autocarro.
Leggi la motivazione della sentenza
(27/12/2006 - Avv.Cristina Matricardi)
In evidenza oggi:
» Il genitore non può imporre al figlio la sua religione
» Stalking: arriva l'app per raccogliere le prove
» Privacy: da oggi in vigore il Gdpr, ecco la guida per gli avvocati
» Costi occulti nella telefonia mobile: come difendersi?
» Risarcimento vedova: la pensione di reversibilità non si tocca


Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss