Sei in: Home » Articoli

Presunzione di responsabilità della P.A. per cose in custodia

In tema di applicabilità alla pubblica amministrazione della presunzione di responsabilità prevista dall’art. 2051 c.c. in relazione a quelle categorie di beni – come le strade pubbliche - oggetto di utilizzo generale e diretto da parte di terzi, si osserva che presupposti applicativi della fattispecie di responsabilità descritta dall’art. 2051 c.c. sono la custodia e la derivazione del danno dalla cosa e non gli <>, elaborati dalla giurisprudenza, della notevole estensione del bene e dell’uso generale della cosa da parte di terzi.
Conseguentemente, tenuto conto che la norma introduce una <> a carico del soggetto che si trovi in una determinata relazione di fatto con la cosa, avendone il potere di <>, l’onere probatorio gravante sul danneggiato si esaurisce nella prova dei descritti presupposti, incombendo sul presunto responsabile l’onere di dimostrare – diversamente dal paradigma generale di responsabilità di cui all’art. 2043 c. c. - l’assenza di colpa e, quindi, che <>.
Leggi il provvedimento
(17/11/2006 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Reato per la madre che non fa vedere i figli al padre
» Anas cerca avvocati penalisti
» La sospensione condizionale della pena
» Anas cerca avvocati penalisti
» Successioni: dal 1 gennaio 2019 solo online

Newsletter f g+ t in Rss