(Consiglio di Stato, Sez. V, 10 ottobre 2006, n. 6056)
Nella sentenza in commento, si ripropone il dibattuto tema del silenzio rifiuto, con precipuo riferimento all?inerzia dell?Amministrazione a fronte di una richiesta di riesame in autotutela presentata da un privato.
Come noto, l?art. 2 della Legge n. 241/90 statuisce l?obbligo in capo alla P.A. di deliberare mediante provvedimento espresso, allorché il procedimento consegua obbligatoriamente ad un?istanza del privato ovvero debba essere iniziato d?ufficio. Tuttavia, nell?attività amministrativa, si verifica, a volte, che le istanze formulate dai privati non siano decise con atti espressi o non siano decise affatto ....leggi tutto....
Consulenza legale online su MioLegale.it
Condividi
Feedback

(28/11/2006 - Miolegale.it)
In evidenza oggi:
» Avvocati: illecito chiedere compensi al cliente ammesso al gratuito patrocinio
» Coronavirus: mutui sospesi fino al 30 settembre su richiesta