Agenzia Entrate - Tremonti-bis - Computabilita' IVA nel valore dell'investimento

Condividi
Seguici

Secondo l'Agenzia delle Entrate la computabilità dell'Iva nel valore dell'investimento rilevante ai fini dell'applicazione della detassazione di cui all'articolo 4 della legge 383/2001 (Tremonti Bis), è subordinata alla totale indetraibilità dell'Iva per effetto dell'opzione prevista dall'articolo 36-bis del dpr 633/72 (dispensa dagli adempimenti per le operazioni esenti) o, comunque, per mancanza di attività imponibili che diano luogo all'applicazione della detrazione d'imposta secondo i criteri dell'articolo 19, comma 5, dello stesso dpr contenente la disciplina Iva (attività imponibili che diano luogo allÂ’applicazione della detrazione dÂ’imposta) (Agenzia delle Entrate, Risoluzione 12 settembre 2002, n.297/E - Legge 18 ottobre 2001, n.383 - Computo dell'IVA indetraibile nel valore del bene cui riferire i benefici della detassazioni).
Leggi il provvedimento su www.filodiritto.com
(16/09/2002 - Roberto Cataldi)
In evidenza oggi:
» Codice della strada: arriva la riforma
» Cassazione: il lavoratore non è obbligato a stimare l'azienda
» Legittima difesa in vigore: ecco come cambia il codice penale
» Appalto: le cause di estinzione
» La pensione minima

Newsletter f t in Rss