In tema di reato di "truffa aggravata" causata da allontanamento dal posto di lavoro senza "timbrare" il cartellino magnetico, pubblichiamo la sentenza n° 34011/2006 della V^ sezione penale della cassazione che determina la condanna del pubblico ufficiale reo di aver commesso il fatto in forma continuata ed aggravata. La sentenza che testualemte recita ... omissis "in tal modo, secondo il capo di imputazione, egli indusse in errore il funzionario incaricato di redigere delibere e ordini di pagamento, così lucrando il compenso per un numero di ore lavorative superiore a quelle effettivamente prestate" ... omissis ... evidenzia un comportamento doloso del dipendente che in forma premeditata, continuata ed aggravata "lucra" a spese dell'amministrazione. (Giovanni Dami) LaPrevidenza.it,
Cassazione, sez. V^ penale, Sentenza 11.10. 2006, n° 34011 - Giovanni Dami
Condividi
Feedback

(09/11/2006 - Laprevidenza.it)

Link correlati:
http://www.laprevidenza.it

In evidenza oggi:
» Sospeso l'avvocato che riceve e ascolta il minore senza avvisare il genitore
» Coronavirus: in vigore le nuove sanzioni