In tema di diritto alla C.I.G.S. nei confronti di lavoratori con contratto di formazione lavoro l'Inps, uniformandosi al disposto della sentenza del TAR n° 8138 del 10.10.2005 (e anche alla giurisprudenza di cassazione) modifica il precedente orientamento restrittivo e legittima la concessione delle c.d. integrazioni sociali anche ai lavoratori aventi contratto di formazione lavoro. In buona sostanza il cfl è equiparato ad un rapporto di lavoro dipendente e per tale ragione non può scaturire una disparità di trattamento nella concessione delle prestazioni ut supra. (Giovanni Dami)
(Inps, Circolare 6.10.2006 n° 107 - Nota di Giovanni Dami)
Condividi
Feedback

(25/10/2006 - Laprevidenza.it)

Link correlati:
http://www.laprevidenza.it

In evidenza oggi:
» Coronavirus: stop agli incontri tra padre e figlio residenti in comuni diversi
» Sospensione del mutuo: ecco il modello