Sei in: Home » Articoli

I lavori socialmente utili non sono assimilabili ad un rapporto di lavoro subordinato con la P.A.

Condividi
Seguici

(Consiglio Stato, sez. VI, 25 settembre 2006, n. 5600)
Il Consiglio di Stato è stata chiamato a pronunciarsi su ricorso (già respinto dal TAR) avverso un provvedimento di esclusione da un concorso pubblico, per titoli, in quanto riscontrata l'assenza dei requisiti richiesti per la partecipazione. In particolare il bando di concorso richiedeva la sussistenza di un rapporto di lavoro subordinato con la p.a. mentre la ricorrente era impiegata presso l'amministrazione a titolo di lavoratrice socialmente utile. Il ricorso è stato respinto anche dal massimo giudice amministrativo che ha ulteriormente ribadito il proprio orientamento in materia di l.s.u. Di seguito si riportano le motivazioni «Per la costante giurisprudenza di questo Consiglio, i lavori socialmente utili non costituiscono un servizio effettivo prestato con rapporto d?impiego ....leggi tutto....
Consulenza legale online su MioLegale.it
(23/10/2006 - Miolegale.it)
In evidenza oggi:
» Danno biologico: aggiornate le tabelle del Tribunale di Roma
» Violenza donne: Codice Rosso è legge
» Il patto commissorio - guida legale
» Mantenimento: niente reato per il padre che riduce da s l'assegno al figlio
» La Famiglia nel Diritto: 3 Crediti Formativi per avvocati

Newsletter f t in Rss