Sei in: Home » Articoli

Lavoratore affetto da malattia contagiosa

Quando un lavoratore è affetto da malattia contagiosa, il datore di lavoro, a norma dell?art. 2087 c.c. ha l?obbligo di inibirgli la prosecuzione della propria attività ma non può per questo risolvere automaticamente il rapporto di lavoro. Lo ha stabilito la Sezione Lavoro della Corte di Cassazione con sentenza n. 11798 dello scorso 6.8.02. I Giudici di Piazza Cavour hanno, infatti, precisato che il datore di lavoro ha diritto a risolvere il rapporto ?solo se lo stato patologico contagioso è destinato ad essere permanente, ovvero a prolungarsi oltre il periodo di comporto, e sempre che non sia possibile adibire il lavoratore a mansioni diverse o all'espletamento delle stesse mansioni con modalità diverse, anche spaziali, tali da non costituire pericolo di contagio?.
(09/09/2002 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Il mobbing - guida con raccolta di articoli e sentenze
» Curriculum vitae europeo: guida, fac-simile e consigli pratici
» Equitalia: nulle le cartelle esattoriali a mezzo pec col pdf
» Il permesso di soggiorno
» Avvocati: acquisto strumenti informatici al 50%
In evidenza oggi
Opposizione a decreto ingiuntivo: inammissibile per nullità della notifica via pecOpposizione a decreto ingiuntivo: inammissibile per nullità della notifica via pec
Avvocati: prestazione sospesa se il cliente non pagaAvvocati: prestazione sospesa se il cliente non paga

Puoi trovare o lasciare commenti anche nei post che trovi nella nostra Pagina Facebook
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF